Tennis Journal - tel. 011 3828128 - Iscrizione tribunale di Torino N. 4852 del 24/11/1995 - Direttore responsabile: Roberto Bertellino
 
21/11/2017
 

La storia
 

La sede
 

Gli obiettivi
 
Cronaca
A Cincinnati out Fognini e Lorenzi
Nel torneo forfait di Roger Federer per i problemi muscolari alla schiena patiti a Montreal nella finale persa contro Zverer (16/08/2017)
Fabio Fognini e Paolo Lorenzi escono di scena nel “Western & Southern Open”, torneo ATP Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.973.120 dollari in corso (combined con un Wta Premier 5) sui campi in cemento di Cincinnati, in Ohio. 
Il 30enne di Arma di Taggia, numero 25 del ranking mondiale, dopo aver sconfitto il 21enne russo Daniil Medvedev, numero 51 Atp, uno dei protagonisti Next Gen, nella notte italiana ha trovato semaforo rosso di fronte all'austriaco Dominic Thiem, numero 8 del ranking mondiale e terzo favorito del seeding (quindi all'esordio nel torneo): 63 62 il punteggio, in un'ora e 6 minuti di gioco, in favore del 23enne di Wiener Neustadt che ha così confermato l'esito del precedente testa a testa, disputato negli ottavi di Monaco di Baviera (terra) due anni fa.
La cronaca. Fognini si è visto strappare la battuta già al secondo game, commettendo doppio fallo sul 40-30 e poi sulla palla break, con l'austriaco che ha mantenuto il vantaggio senza concedere la minima chance nei propri turni all'azzurro fino al 63. Anche la seconda frazione si è aperta con il ligure a cedere il servizio nel primo gioco e quindi costretto ad inseguire il solido avversario. Fabio nel quarto game ha mancato due opportunità per il contro-break (le uniche due in tutto l'incontro) e dal possibile riaggancio sul 2-2 si è trovato rapidamente sotto 5-1 (secondo break a zero), ha annullato due match point nel sesto gioco, il più lottato della partita (18 punti complessivi), ma Thiem nel successivo ha chiuso il discorso, volando al terzo turno. 

Neppure il 35enne senese, numero 38 Atp, impegnato nel primo turno, è riuscito a sovvertire il pronostico contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 17 del ranking mondiale ed 11esima testa di serie: 63 63 il punteggio, in un’ora e 7 minuti, in favore del 26enne di Gijon, che si è così portato in vantaggio per 5-2 nei testa a testa.
La cronaca. Nel settimo confronto diretto fra i due (non si incrociavano da tre anni) Lorenzi con buone percentuali di prime ha tenuto senza correre rischi i primi tre turni di servizio, ma sul 3-3 40-0 l’azzurro ha perso cinque punti di fila (anche un doppio fallo sul 40-15), subendo il break che ha rotto l’equilibrio della partita, spianando la strada allo spagnolo: con un parziale di 13 punti a 2 Carreno Busta ha fatto suo il primo set, potendo poi iniziare anche il secondo con la battuta a favore. Sul 2-1 per l’iberico il senese ha saputo fronteggiare con efficacia tre palle break consecutive, agguantando il 2-2. E altre tre opportunità di break Paolo ha cancellato anche nel sesto game, rimanendo agganciato al 26enne di Gijon, che però al servizio ha concesso davvero le briciole ed è poi riuscito al terzo tentativo a strappare la battuta al Davisman italiano (con un nastro beffardo a correggergli la traiettoria di un diritto sul 30-40) andando a servire per il match sul 5-3. Dove sullo 0-15 due risposte in rete di rovescio dell’italiano su altrettante seconde di servizio hanno dato la spinta finale allo spagnolo, che con un attacco ha staccato il pass per il secondo turno. 

Fa il suo esordio al secondo turno, invece, Thomas Fabbiano, ripescato come lucky loser e posizionato in tabellone proprio al posto di Roger Federer: il 28enne di San Giorgio Ionico sfida il russo Karen Khachanov, numero 32 Atp, uno dei principali protagonisti della Next Gen (è secondo nella 'Race to Milan' dietro Sascha Zverev): il 21enne di Mosca si è aggiudicato l'unico confronto diretto tra i due, al primo turno degli US Open dello scorso anno, in quattro set.

A guidare il seeding è Rafael Nadal che, con il ritiro di Roger Federer (lo svizzero era la seconda testa di serie) a causa dei problemi alla schiena accusati nella finale di Montreal contro Zverev, è già sicuro di tornare al numero uno del ranking lunedì prossimo. 
Oltre a Thiem nel seeding anche Sascha Zverev, Raonic, Dimitrov e Tsonga, che è stato eliminato all'esordio al secondo turno dal gigante croato Ivo Karlovic, numero 44 Atp . Assente il campione in carica Marin Cilic, mentre si è ritirato a tabellone compilato Nishikori.
Dal sito www.federtennis.it


Fabio Fognini


RISULTATI MARTEDI' - Secondo turno: Karlovic (CRO) b. (8) Tsonga (FRA) 64 76(9), (3) Thiem (AUT) b. Fognini (ITA) 63 62, (14) Isner (USA) b. Paul (USA) 63 63.
Primo turno: Ramos Vinolas (ESP) b. (q) Youzhny (RUS) 62 36 63, Kyrgios (AUS) b. (9) Goffin (BEL) 62 63, (q) Dolgopolov (UKR) b. Anderson (RSA) 64 76(6), Mannarino (FRA) b. Haase (NED) 26 76(8) 62, (11) Carreño Busta (ESP) b. Lorenzi (ITA) 63 63, Ferrer (ESP) b. Johnson (USA) 61 57 63, Basilashvili (GEO) b. Coric (CRO) 63 76(5), (wc) Donaldson (USA) b. (12) Bautista Agut (ESP) 76(5) 63, Del Potro (ARG) b.(10) Berdych (CZE) 36 76(1) 60, Sugita (JPN) b. (13) Sock (USA) 75 64, Khachanov (RUS) b. Schwartzman (ARG) 61 16 63
 
 
Scrivici
 

Argomenti

Altri sport

Contributo spese spedizione e diffusione

Cronaca

Curiosità

Dalle regioni

Di tutto un po'

Facce da tennis

Gli sponsor

Gli ultimi arrivi tra i circoli

Golf Journal

I negozi selezionati di Tennis Journal

Italian Top Events

L'angolo tecnico

Le classifiche

Le interviste

Maestri

Notizie dal mondo

Personaggi

Presentazioni

Tennis e salute

Ultime notizie