Tennis Journal - tel. 011 3828128 - Iscrizione tribunale di Torino N. 4852 del 24/11/1995 - Direttore responsabile: Roberto Bertellino
 
23/09/2017
 

La storia
 

La sede
 

Gli obiettivi
 
Dalle regioni
Piemonte
La regina al Country Club di Cuneo nel 15.000 $ ITF femminile è Martina Colmegna (20/08/2017)
Ottima presenza di pubblico, a confermare l’interesse che il ritorno del tennis internazionale al Country Club Cuneo ha suscitato in città, per l’atto decisivo dell’International Country Club Gino S.p.A., 15.000 $ ITF femminile, scattato oggi sul centrale del circolo cuneese alle 17. Da una parte della rete la 20enne lombarda Martina Colmegna, reduce da una semifinale fiume contro Anastasia Grymalska e con l’obiettivo di centrare la prima vittoria ITF (in singolare) dell’ancor giovane percorso professionale; dall’altra la 27enne laziale Federica Di Sarra, a caccia del suo quinto titolo ITF di carriera a livello individuale. Due tenniste che solo alcuni mesi fa hanno difeso in serie A2 a squadre gli stessi colori, quelli dell’US Tennis Beinasco. Equilibrio ci si aspettava e così è stato, fin dalle battute iniziali della contesa. Break e controbreak in apertura di primo set, e nuova parità al quarto gioco (2-2). Nuovo break in favore della Colmegna, per il 3-2 e servizio e primo tentativo di fuga, sul 4-2 dopo diversi vantaggi reciproci nel game. Terzo break nella frazione in favore della tennista di Desio, salita così sul 5-2 e servizio. Nel gioco numero otto buon recupero, il suo, dallo 0-30 al 30-30 ma palla break concessa alla Di Sarra subito dopo (30-40). La laziale non si è fatta sfuggire l’occasione riducendo così le distanze, prima sul 3-5, poi sul 4-5. Colmegna dunque alla battuta per chiudere la prima frazione. Si è procurata anche un set point ma ha dovuto subire nuovamente la reazione della più esperta avversaria, così risalita sul 5-5. Altri due break consecutivi e chiaramente alternati (prima in favore della Colmegna, poi della Di Sarra) per portare la decisione del set al tie-break. L’ha giocato con maggior vigoria e precisione Federica Di Sarra che l’ha fatto proprio per 7 punti a 2 passando a condurre per 1 set a 0 dopo 1 ora e 14 minuti di buon tennis.
La seconda frazione è partita con Martina Colmegna al servizio. Il film del confronto non è cambiato come hanno evidenziato altri due break, per l’1-1 parziale. Nuova parità al 4° gioco (2-2), poi Colmegna sugli scudi fino al 4-2 e servizio. Tenuto con tenacia e cattiveria agonistica, dopo diversi vantaggi, per il 5-2 e con l’obiettivo di allungare il testa a testa. Di Sarra ancora viva nella frazione ed abile nel riportarsi sul 3-5 dopo aver annullato un set point alla compagna di circolo. Per la laziale anche due palle consecutive nel game successivo per ridurre ulteriormente le distanze, ma in questo caso il recupero non le è riuscito. Merito di Martina Colmegna che ha chiuso 6-3 al secondo set point rinviando l’esito del match alla terza frazione. Intanto il cronometro stava già segnando 2 ore e 5 minuti.
Set numero tre aperto dalla Di Sarra alla battuta. E’ però subito apparsa più tonica fisicamente Martina Colmegna che grazie a due game ben giocati si è issata sul 2-0 con un break. Un vantaggio che è diventato ancora più corposo di lì a poco, quando la tennista lombarda ha conquistato il 3-0 con un secondo break nel set. La sua superiorità fisica ha trovato espressione nel quarto gioco, vinto a zero per la prima volta nell’incontro (4-0). Ha provato a reagire la giocatrice laziale nel quinto game, portandosi sul 40-0 prima di vedersi nuovamente ripresa e superata dall’agguerrita avversaria, autentica maestra nel non lasciare nulla lungo il percorso. Terzo break nel set in suo favore, per un 5-0 e servizio dal forte sapore di titolo. Di Sarra ispirata nel frangente e abile nell’annullare il primo match point all’avversaria, salendo poi sul punteggio di 1-5 e servizio. Tenuto per il 2-5 sfruttando un po’ di tensione dell’avversaria per non aver ancora chiuso i giochi. Colmegna nuovamente con il servizio a disposizione per chiudere il match. Federica Di Sarra ha provato l’impresa strappando nuovamente la battuta alla Colmegna e risalendo sul 3-5. Nel game numero nove, però, la tennista di Desio ha rotto gli indugi e chiuso i conti sul 6-7 6-3 6-3 dopo 2 ore e 47 minuti alzando le braccia al cielo. Per lei il primo titolo di carriera a livello di singolare. 
Commozione al termine per Martina: "Sono contentissima - ha detto in premiazione - per questo primo titolo di singolare. Un match lungo e difficile nel quale mi sono complicata un po' la vita all'inizio. Sono poi stata brava a chiuderlo quando lei stava nuovamente recuperando". Ottime alcune sue soluzioni tecniche, vedi le palle corte, i pallonetti e i passanti con i quali ha fatto la differenza.
Roberto Bertellino


Martina Colmegna
 
 
Scrivici
 

Argomenti

Altri sport

Contributo spese spedizione e diffusione

Cronaca

Curiosità

Dalle regioni

Di tutto un po'

Facce da tennis

Gli sponsor

Gli ultimi arrivi tra i circoli

Golf Journal

I negozi selezionati di Tennis Journal

Italian Top Events

L'angolo tecnico

Le classifiche

Le interviste

Maestri

Notizie dal mondo

Personaggi

Presentazioni

Tennis e salute

Ultime notizie