Tennis Journal - tel. 011 3828128 - Iscrizione tribunale di Torino N. 4852 del 24/11/1995 - Direttore responsabile: Roberto Bertellino
 
21/11/2017
 

La storia
 

La sede
 

Gli obiettivi
 
Cronaca
Gli US Open 2017 in archivio con le vittorie di Stephens e Nadal
Due finali a senso unico con poche emozioni (11/09/2017)
Il tennis e lo sport richiedono emozioni e non sempre queste arrivano quando gli eventi sulla carta le assicurano. E' successo nelle finali degli US Open 2017 che, almeno per quanto concerne il gioco espresso dalle e dai protagonisti, non hanno appagato i palati fini dell'amato duellare con la racchetta. Sloane Stephens ha vinto senza affanni per 6-3 6-0 contro un'opaca (nell'occasione) Madison Keys. Poco più di un'ora per ribadire la forza conquistata nelle due settimane dello Slam di casa, per Sloane che da oggi è nuovamente numero 17 del mondo, quasi incredibile se si pensa che la sua classifica nello scorso luglio era di numero 957 del mondo. Poi due tornei, a Toronto e Cincinnati, che le hanno permesso di prendere in totale 700 punti, e tanta fiducia, e presentarsi al via dell'appuntamento di casa quale numero 83 della classifica Wta. Ne ha già viste molte l'americana, a dispetto dei soli 24 anni, l'ultima nello scorso febbraio quando è stata operata al piede per una frattura da stress e poi costretta a non appoggiarlo per 16 settimane. La ripresa era arrivata a Wimbledon, ma con scarsi esiti. Ha guadagnato in un solo colpo 3 milioni e 700 mila dollari l'americana, che ha sottolineato la cosa (sollevando i soliti commenti negativi dei tanti puristi) con ironia in conferenza stampa post-gara, ma soprattutto ha regalato sorrisi e gioia che in un momento come questo fanno piacere a tutti, tennisti e non. Battuta la Keys, mai veramente in partita ed anch'ella in finale a sorpresa, al termine accomunata all'amica da un abbraccio coinvolgente. Era bloccata dall'emozione, la più giovane delle due contendenti (22 anni) e si è visto. Una lontana parente, Madison, di quella che in semifinale aveva distrutto la bella Coco Vandeweghe.
In campo maschile Rafael Nadal ha superato in finale il sudafricano Kevin Anderson rispettando pienamente il pronostico che lo vedeva numero 1 al via in quanto numero 1 del mondo. Tre set (6-3 6-3 6-4) e 2 ore e 27 minuti di gioco. Per il 31enne spagnolo il 16° Slam di carriera (su 23 finali disputate) ed il terzo successo a New York dopo quelli del 2010 e del 2013. "Sono state veramente due settimane speciali” – le prime parole di un Rafa sorridente e felice – “ma prima di tutto desidero congratularmi con Kevin: sei un grande esempio per tanti bambini con il tuo essere tornato più forte di prima dopo vari problemi fisici, per cui complimenti a te e alla tua squadra, con il tuo allenatore che ricordo di aver affrontato qualche anno fa a Wimbledon. Devo ammettere che è un anno emozionante per me, ho trovato subito un buon tennis e il risultato in Australia mi ha dato fiducia per il resto della stagione. E adesso vincere questo torneo mi regala tantissima energia. Ringrazio dunque la vita che mi ha dato questa opportunità, tutto il mio team e la mia famiglia, e devo dire che a New York mi sento come a casa”. Stimolato da una specifica domanda su zio Toni, il campione spagnolo ne ha poi ribadito il ruolo fondamentale: “Mi ha reso più forte, lo ringrazierò per sempre, è una delle persone più importanti della mia vita”, il tributo di Rafa, che ha voluto dedicare un pensiero di incoraggiamento alle persone colpite dal terremoto in Messico e dall’uragano che sta devastando Caraibi e Florida, prima di congedarsi dal pubblico in spagnolo: “mi fate provare delle emozioni incredibili, tornerò il prossimo anno e continuerò a lottare sul campo, spero ancora per tanto tempo”.
Roberto Bertellino


Anderson e Nadal al termine della finale
 
 
Scrivici
 

Argomenti

Altri sport

Contributo spese spedizione e diffusione

Cronaca

Curiosità

Dalle regioni

Di tutto un po'

Facce da tennis

Gli sponsor

Gli ultimi arrivi tra i circoli

Golf Journal

I negozi selezionati di Tennis Journal

Italian Top Events

L'angolo tecnico

Le classifiche

Le interviste

Maestri

Notizie dal mondo

Personaggi

Presentazioni

Tennis e salute

Ultime notizie