Tennis Journal - tel. 011 3828128 - Iscrizione tribunale di Torino N. 4852 del 24/11/1995 - Direttore responsabile: Roberto Bertellino
 
13/12/2017
 

La storia
 

La sede
 

Gli obiettivi
 
Cronaca
Federer apre con una vittoria a Londra
Bene anche Zverev nello stesso gruppo. Oggi i protagonisti del "Pete Sampras" (13/11/2017)
E’ cominciata nel migliore dei modi l'avventura di Roger Federer alle Atp World Tour Finals 2017 (veloce indoor, montepremi 8 milioni di dollari) - quest’anno griffate dal nuovo sponsor Nitto - in corso alla “O2 Arena” di Londra, sede dell'evento dal 2009 e almeno fino al 2018. La prima giornata, riservata al “Boris Becker Group”, si è aperta infatti con il successo del 36enne fuoriclasse di Basilea, numero uno del ranking mondiale, già sei volte vincitore al Masters (l’ultima nel 2011), che ha sconfitto per 64 76(4), in un'ora e 31 minuti di gioco, lo statunitense Jack Sock, numero 9 Atp, alla sua prima partecipazione alle Finals. La cronaca. Primo set deciso da un break messo a segno dallo svizzero nel primo gioco: seconda frazione conquistata da Federer al tie-break per 7 punti a 4 dopo aver fallito cinque opportunità di togliere la battuta all'americano nel corso del set (al settimo, al nono ed all'undicesimo gioco). Per “King Roger”, che non ha concesso nemmeno una palla-break al suo avversario e che si è aggiudicato il 90% dei punti quando ha messo la prima, si è trattato della quarta vittoria in altrettante sfide - e senza perdere un set - con il 25enne di Lincoln, che con il successo a Bercy della scorsa in un colpo solo ha vinto il suo primo “1000”, ha conquistato l’ingresso tra i top-ten e si è assicurato l’ultimo posto utile per partecipare al suo primo Masters.

In chiusura di programma è arrivata la risposta convincente del “baby” di queste Finals, il tedesco Alexander Zverev, numero 3 del ranking mondiale, con i suoi 20 anni di gran lunga il più giovane dei tennisti in gara, che ha debuttato con decisione in queste sue prime Finals battendo per 64 36 64, in due ore e cinque minuti di partita, il croato Marin Cilic, numero 5 Atp, sempre eliminato nel round robin nelle due precedenti partecipazioni. La cronaca. Il servizio, visti i protagonisti in campo, l’ha fatta da padrone. Il primo set è finito nelle mani i Sascha che ha strappato il sevizio al suo avversario nel primo gioco e poi ha difeso il vantaggio (palla-break al quarto game) fino al 6-4 finale. Copione a parti invertite nel secondo parziale dove Cilic, alla terza chance, ha tolto la battuta a Zverev nel secondo gioco e poi ha proseguito spedito fino a pareggiare il conto dei set. Nella terza frazione il 20enne di Amburgo è sembrato accusare il colpo: ha incassato un break nel terzo game e poi si è trovato sotto 3-1 0-30. Dopo uno sfogo con tanto di lancio di racchetta, però, è cominciata la rimonta di Zverev: ha riagganciato Cilic sul tre pari e, soprattutto, dal quattro pari ha messo a segno un parziale di 8 punti a 0, festeggiando così la sua prima vittoria al Masters. Per il Next Gen di Amburgo è stato il quarto successo in cinque confronti, tutti piuttosto combattuti, con il 29enne di Medjugorje.

LUNEDI’ TOCCA AL “PETE SAMPRAS GROUP” - Nel pomeriggio si comincia con la sfida tra il bulgaro Grigor Dimitrov, numero 6 Atp, e l’austriaco Dominic THiem, numero 4 del ranking mondiale. I precedenti, tutti piuttosto combattuti, vedono in vantaggio il 24enne di Wiener Neustadt per 2-1: Dominic si è aggiudicato anche l’ultima sfida, disputata negli ottavi del Masters 1000 di Madrid lo scorso maggio. Il 26enne di Haskovo è uno dei quattro esordienti a questo Masters: gli altri sono Sascha Zverev, Goffin e Sock. Per Thiem si tratta invece della seconda esperienza londinese: lo scorso anno si fermo nel round robin. 
In serata invece l’atteso esordio del numero uno del mondo, lo spagnolo Rafel Nadal - premiato domenica, dopo il primo singolare vinto da Federer, per aver chiuso la stagione al comando del ranking mondiale - opposto al belga David Goffin, esordiente assoluto al Masters. Il 31enne mancino di Manacor si è imposto in due set in entrambi i precedenti, peraltro disputati quest’anno, con il 26enne di Rocourt (ma si giocava sulla terra). L’incognita maggiore però riguarda le condizioni del ginocchio destro di Nadal, che già lo hanno costretto a dare forfait durante il torneo di Parigi-Bercy. Rafa non ha mai avuto un particolare feeling con le Atp Finals dove insegue ancora il primo titolo: nelle sette partecipazioni precedenti ha raggiunto due volte la finale (2013 e 2010) e tre volte le semifinali.
Dal sito www.federtennis.it


Roger Federer
 
 
Scrivici
 

Argomenti

Altri sport

Contributo spese spedizione e diffusione

Cronaca

Curiosità

Dalle regioni

Di tutto un po'

Facce da tennis

Gli sponsor

Gli ultimi arrivi tra i circoli

Golf Journal

I negozi selezionati di Tennis Journal

Italian Top Events

L'angolo tecnico

Le classifiche

Le interviste

Maestri

Notizie dal mondo

Personaggi

Presentazioni

Tennis e salute

Ultime notizie